​DIESEL SERVICE SRL organizza corsi di formazione OBBLIGATORI sul corretto utilizzo del CRONOTACHIGRAFO con formatore qualificato.

PRENOTA IL CORSO

assetti ruote laser per tutte le
tipologie di veicolo.

La convergenza delle ruote è una regolazione meccanica che si effettua sul veicolo, allo scopo di uniformare l’usura degli pneumatici, sia anteriori che posteriori, nonché contribuisce a mantenere una buona tenuta di strada, soprattutto in curva, a stabilizzare la direzionalità rettilinea e a rendere confortevole la guida.


Per regolare la convergenza delle ruote bisogna agire sulle testine della scatla dello sterzo.
Queste, opportunamente ruotate, a seconda dei valori da impostare alle ruote, stabiliscono il valore della convergenza, che può essere sia in gradi angolari e minuti primi, che in millimetri (quest’ultima unità di misura è quella preferita attualmente per comodità di interpretazione diagnostica).

Bisogna premettere che esiste la convergenza, cioè quando le due ruote della vettura sono chiuse in avanti, la divergenza, quando sono aperte in avanti e la convergenza nulla, cioè uguale a zero, quando le due ruote sono perfettamente parallele tra loro.
Queste impostazioni, ovviamente sono dettate dal costruttore del veicolo, a volte in accordo con il costruttore dell’apparecchio assetto-ruote.

Quest’ultimo è lo strumento con il quale il tecnico gommista rileva le misure geometriche delle ruote, sia anteriori che posteriori e poi le visualizza sul computer, allo scopo di diagnosticare eventuali deformazioni di parti meccaniche del sottoscocca, come ad esempio braccetti dello sterzo, bracci oscillanti, ammortizzatori, telaio della vettura.

Come accorgersi che il veicolo necessita di un riassetto delle ruote?

Il principale difetto che sorge sulla vettura, in caso di convergenza fuori tolleranza è l’usura precoce e non uniforme del battistrada di uno o più pneumatici, sia anteriori che posteriori (come chiaramente indicato in figura).
Il battistrada in questo caso presenta una parte (interna o esterna) nettamente più usurata dell’altra opposta, nello specifico vi sarà una maggiora usura interna alla gomma, se le ruote sono maggiormente divergenti, cioè aperte, al contrario vi sarà una maggiore usura della parte esterna del battistrada se le ruote sono maggiormente convergenti, cioè chiuse.

In caso di convergenza nulla, cioè uguale a zero millimetri, non vi sarà nessun consumo anomalo, perché lo zero di riferimento è il valore maggiormente impostato dai costruttori di veicoli, affinchè quest’ultimi viaggino senza particolari problemi su strada.
Se lo scostamento della convergenza è molto elevato, l’usura anomala degli pneumatici si verifica anche dopo un breve chilometraggio (es. 10.000-15.000 km).

Un altro parametro che induce l’automobilista a ricorrere alla consulenza del tecnico gommista è quello riferito ai disturbi di guida del proprio autoveicolo.
Se ad esempio vi è uno sbandamento anomalo e quasi incontrollabile in curva, oppure una scarsa direzionalità su strada rettilinea, oppure un decentramento dello sterzo dalla linea centrale, è molto probabile che la convergenza delle ruote anteriori e/o posteriori sia fuori norma.


Nome & Cognome * Messaggio *
Telefono *
Città *
E-mail *
Tipologia Veicolo